L’Istituto di Gestalt HCC Italy partecipa alla Conferenza Internazionale ‘Exploring Practice-Based Research in Gestalt-Therapy’ – Parigi


Parigi, 26-28 maggio 2017

La Conferenza, organizzata dall’EAGT (European Association for Gestalt Therapy) insieme con l’AAGT (Association for the Advancement of Gestalt Therapy), la Société Française de Gestalt e il Collège Européen de Gestalt-thérapie de langue française, ha avuto come oggetto di confronto e arricchimento tra psicoterapeuti provenienti da tutto il mondo, gestaltisti e non, i metodi di ricerca nell’ambito della psicoterapia della Gestalt, ossia i modi in cui il modello gestaltico e la nostra ottica fenomenologica, estetica e relazionale può essere applicata alla ricerca.

L’incontro si è svolto in una zona piuttosto centrale di Parigi, all’interno di un ampio e moderno centro congressi, che ha accolto circa 200 partecipanti.

Il programma della conferenza è stato articolato in tre principali assemblee plenarie e numerosi momenti formativi a scelta tra lecture e workshop, proposti dai partecipanti provenienti da diverse parti del mondo.

L’Istituto di Gestalt H.C.C. Italy è stato rappresentato dagli interventi delle colleghe Silvia Alaimo, Roberta La Rosa e Silvia Tosi. La dott.ssa Silvia Alaimo, didatta in formazione presso la sede di Siracusa, ha presentato un lavoro dal titolo: “Working with dreams in Gestalt Therapy: phenomenological, aesthetics and relational dimension and links with neuroscience”, in cui ha intrecciato le dimensioni fondamentali dell’epistemologia gestaltica, fenomenologica, estetica e relazionale con le moderne ricerche sulle neuroscienze. La sua lecture ha destato parecchia curiosità ed è stata molto apprezzata dai partecipanti.

Le colleghe dott.ssa Roberta La Rosa e dott.ssa Silvia Tosi, didatte presso la sede di Milano, hanno anch’esse presentato un interessante lavoro dal titolo “The outcome’s research in Gestalt Therapy: the SIPG project”. La lecture ha riguardato la presentazione del progetto di ricerca triennale sugli esiti della psicoterapia della Gestalt, sostenuto dalla SIPG (Società Italiana Psicoterapia della Gestalt) con la collaborazione di numerosi colleghi gestaltisti e del Centro Clinico e di Ricerca dell’Istituto HCC Italy. La presentazione ha messo in luce soprattutto l’esperienza della ricerca in ambito clinico e il racconto work in progress. I partecipanti si sono mostrati molto interessati e curiosi rispetto al come coniugare questo strumento quantitativo ad un approccio esperienziale e relazionale come quello gestaltico. L’occasione è stata utile anche per un confronto sui limiti della ricerca quantitativa alla luce di nuovi studi, come la Fidelity Scale for Gestalt Therapy di Madaleine Fogarty.

Il focus che si è percepito comune tra tutti gli interventi del congresso è stato l’esigenza di rendere la psicoterapia della Gestalt un territorio più scientifico in cui poter fare ricerca, superando l’ottica autoreferenziale di fare terapia in modo diverso da altri modelli; tale esclusività è certamente un elemento poco fruibile e condivisibile nel panorama della sperimentazione e dell’evidenza dei dati ed ha spesso limitato la visibilità esterna e la conoscenza del nostro approccio.

Ci auguriamo che questo sforzo comune possa portare ad integrare negli anni un giusto rigore scientifico con la creatività tipica della psicoterapia della Gestalt, dando a questo bellissimo approccio umano e terapeutico la visibilità ed il riconoscimento che merita nel panorama mondiale delle psicoterapie.

Condividi

L’Istituto di Gestalt HCC Italy partecipa al Forum delle Psicoterapie


Milano, 27-28 maggio 2017

Anche quest’anno l’Ordine degli Psicologi della Lombardia ha organizzato il Forum delle Psicoterapie, importante occasione d’incontro fra le Scuole di Specializzazione in Psicoterapia presenti nel territorio lombardo e gli studenti universitari. L’evento si è svolto nel cortile dell’antico edificio del SIAM (Arti e Mestieri di Milano), nel cuore del centro storico di Milano, dove tutte le principali scuole di psicoterapia hanno allestito il loro banchetto per incontrare gli studenti. Ogni istituto ha inoltre usufruito di 45 minuti ciascuno per presentare il proprio approccio agli interessati, in alcune aule messe a disposizione dalla struttura.

L’Istituto HCC Italy non poteva mancare: al banchetto si sono avvicendati didatti, collaboratori e didatti in formazione, affiancati da alcuni allievi della sede di Milano, in un clima estivo e disteso, anche di piacevole incontro con i colleghi delle altre scuole. L’approccio gestaltico è stato presentato dalla nostra direttrice Margherita Spagnuolo Lobb, che ha illustrato sinteticamente i principali elementi distintivi della teoria e della pratica clinica, di fronte ad un pubblico interessato di una ventina di studenti. Un ringraziamento di cuore a tutti coloro che da vicino e da lontano hanno contribuito al successo di questo importante momento!

Condividi

Specializzazioni in psicoterapia della Gestalt. Milano, 26 maggio 2017


Il 26 maggio scorso, presso la sede di Milano dell’Istituto di Gestalt HCC Italy, hanno completato il percorso formativo, discutendo la propria tesi di specializzazione, le dottoresse:

LÙCIA D’AMORE con una tesi dal titolo: “Dal corpo al corpo. Circumnavigazione gestaltica a partire da due casi clinici.” – Relatore: Dott.ssa Paola Vianello;

ORIETTA L. HUAMAN LUNA con una tesi dal titolo: “Sogni e dipendenza” – Relatore: Dott.ssa Gina Merlo;

ALESSANDRA MARELLI con una tesi dal titolo: “L’utilizzo della fiaba in pdG con i bambini” – Relatore: Dott.ssa Elisabetta Conte;

ANGELA PEGNA con una tesi dal titolo: “Il benessere in azienda. Il modello gestaltico di consulenza aziendale di Margherita Spagnuolo Lobb con i miei occhi: un caso clinico” – Relatore: Dott.ssa Angela Di Martino;

MONICA PINCIROLI con una tesi dal titolo: “L’odissea di Penelope. Il corpo della donna infertile incontra la Gestalt” – Relatore: Dott.ssa Roberta La Rosa.

Alle nuove psicoterapeute della Gestalt l’augurio di un prospero futuro personale e professionale, ispirato ai valori umani e terapeutici caratterizzanti il modello gestaltico ed improntato ad una crescita sempre arricchente.

Congratulazioni a tutte voi!

Condividi

27 Gennaio 2017, Siracusa: SPECIALIZZAZIONI in Psicoterapia della Gestalt


Siracusa, 27 gennaio 2017 ore 18.00

Un immenso augurio alle neo psicoterapeute della gestalt:

FIORELLA MAZZIO

“Benessere in azienda e produttività”

Relatore: Jlenia Baldacchino

LAURA ROSSI

“La cura delle favole. La favola come chiave psicoterapeutica e pedagogica”

Relatori: Margherita Spagnuolo Lobb, Giuseppe Sampognaro

che hanno discusso le loro tesi di specializzazione il 27 gennaio scorso, presso la sede di Siracusa dell’Istituto di Gestalt HCC Italy.

…Che l’etica e l’estetica della psicoterapia della Gestalt possa sempre orientare il vostro percorso professionale e le vostre vite!

Condividi

Palermo, 20 gennaio 2017: Auguri alla nuova psicoterapeuta della Gestalt!


Cerimonia di Specializzazione in psicoterapia

Un augurio alla dott.ssa Giulia Milazzo, nuova psicoterapeuta della Gestalt, che il 20 gennaio presso la sede di Palermo ha discusso la tesi di specializzazione dal titolo L’AMORE TERAPEUTICO: L’ARTE DEL PRENDERSI CURA IN PSICOTERAPIA DELLA GESTALT ( Relatore: Gina Merlo) , alla presenza del direttore dell’Istituto, Margherita Spagnuolo Lobb, della propria famiglia e del gruppo di formazione che l’ha affiancata nei quattro anni di studio.

L’entusiasmo e la gioia di questo giorno possano accompagnarla nel suo futuro professionale!

Condividi

Seminario In… Contatto a Palermo: Dialoghi d’arte con Salvo Piparo


 

L’incontro del 2 dicembre con Salvo Piparo in dialogo con Teresa Borino e Barbara Crescimanno, svoltosi presso la sede di Palermo dell’Istituto di Gestalt HCC Italy, chiude il ciclo dei “Dialoghi d’Arte” proposti all’interno del programma dei Seminari “In Contatto con la Gestalt” del 2016. “Cunti, canti e racconti del sé” è stato proprio un racconto del narratore Salvo Piparo, un racconto del suo vitale essere narratore, in cui hanno preso vita le sue radici, i suoi maestri e le sue passioni. Ha sottolineato il valore del sentimento della parola, quello che in psicoterapia della Gestalt intendiamo come la parola che nasce dal corpo al confine di contatto con l’altro. Raccontarsi è un’esperienza d’identità e di riconoscimento nello sguardo dell’altro e il racconto rivela non solo le emozioni di chi racconta, ma anche il silenzio di chi ascolta.

Grazie per aver regalato ai presenti l’arte, le parole di pancia, l’amore e la semplicità; grazie a Teresa Borino e Barbara Crescimanno che, nel loro ascoltare e riportare ad un altro mondo della narrazione di sé – quello della psicoterapia -, hanno cullato e custodito ogni parola, sotto agli occhi attenti e coinvolti del pubblico.

Il seminario segna il passaggio del testimone ad un nuovo gruppo organizzativo dei Seminari “In Contatto con la Gestalt” per la sede di Palermo. Un ringraziamento speciale, quindi, alle colleghe Teresa Borino e Barbara Crescimanno per aver ideato e portato avanti per più di sei anni, con professionalità, impegno e creatività, questi eventi. La loro sfida ha condotto il nostro Istituto ad aprirsi sempre più allo scambio intellettuale e scientifico con il mondo, con l’obiettivo di guardare alla bellezza delle esperienze e della natura umana, nel suo vigore e nelle sue fragilità.

I nostri migliori auguri al nuovo gruppo di lavoro!

Condividi

DIALOGO D’ARTE “LA DANZA DELLA SPONTANEITA’”


Lo scorso giovedì 25 novembre si è svolto a Palermo, presso la sede dell’Istituto di Gestalt HCC Italy, il secondo dei dialoghi d’arte previsti dall’edizione 2016 dei “Seminari in… Contatto”. Il dialogo ha visto come protagonisti il danzatore Carlomauro Maggiore e Margherita Spagnuolo Lobb, psicoterapeuta della Gestalt e direttore dell’Istituto. È stato affascinante per i partecipanti assistere alla ricerca condivisa di aspetti comuni tra le due “forme d’arte”, danza e psicoterapia: sentire l’altro, lasciarsi guidare dai propri sensi, la spontaneità e la risonanza del gesto orientano il movimento-verso l’altro e la nostra percezione del mondo.

Grazie a Carlomauro Maggiore per essersi prestato al confronto e a numerose sperimentazioni degli aspetti teorici condivisi e a Margherita Spagnuolo Lobb, che ha offerto ancora una volta alla psicoterapia della Gestalt la possibilità di espandere i propri confini di confronto e di arricchimento.

Condividi

Auguri ai nuovi Psicoterapeuti della Gestalt della sede di Milano!


Giovedì 3 novembre, presso la sede di Milano dell’Istituto di Gestalt HCC Italy, si è svolta la cerimonia di specializzazione di cinque allieve che hanno terminato il percorso di formazione in Psicoterapia della Gestalt.

Ecco i loro nomi:

Dott.ssa ALESSANDRA BOLLA

Tesi dal titolo: L’insegnamento dei morenti al personale hospice: una lettura gestaltica

Relatore: Roberta La Rosa

Dott.ssa ELISA CRISTANINI

Tesi dal titolo: Cuori pieni e liberi. Adolescenti alla ricerca di una terra per poter volare

Relatore: Paola Zarini

Dott.ssa ELISA FERRERO

Tesi dal titolo: La psicoterapia della Gestalt in ambito militare: il rapporto figura-sfondo attraverso il Training Autogeno e il Debriefing Psicologico

Relatore: Fabrizio Demaria

Dott.ssa ELENA PALMERO

Tesi dal titolo: L’esperienza della vergogna nella relazione di coppia: la possibilità di ri-conoscersi

Relatore: Elisabetta Conte

Dott.ssa ELISA SPINI

Tesi dal titolo: Disturbi Specifici dell’Apprendimento e approccio gestaltico: una proposta per la presa in carico globale

Relatore: Michele Borghetto

Ai nuovi terapeuti della Gestalt auguriamo un futuro personale e professionale ricco di creatività e bellezza. Che possiate portare nel mondo i valori scientifici ed umani che la psicoterapia della Gestalt propone.

Buona vita!

Condividi

STORIE MIGRANTI. L’INCONTRO CON L’ALTRO CHE VIENE DA LONTANO


Giovedì 28 Ottobre ha avuto luogo, presso la sede di Palermo, il primo dei tre incontri del ciclo “Dialoghi d’arte”, la nuova veste dei Seminari in contatto… con la Gestalt che prevede l’incontro e lo scambio tra mondo dell’arte e mondo della psicoterapia.

Questo primo dialogo si è svolto tra Giuseppe Cannella, psichiatra psicoterapeuta della Gestalt e didatta dell’Istituto di Gestalt HCC Italy, e la scrittrice Evelina Santangelo, intorno al tema dell’identità dell’Altro che viene da lontano. È emerso con forza il bisogno di riconoscimento e di condivisione della storia che l’Altro porta con sé nella migrazione. Nell’accogliere i racconti – hanno evidenziato i due dialoganti -, non c’è solo il sostegno ad un bisogno, ma soprattutto il supporto alla realizzazione di un sogno esistenziale.

Il prossimo appuntamento con i “Dialoghi d’arte” sarà, sempre nella sede di via Lincoln 19 a Palermo, il 25 Novembre dalle ore 19.00 alle ore 21.00: dialogheranno Carlomauro Maggiore, danzatore, e Margherita Spagnuolo Lobb, direttore del nostro Istituto.

Condividi

Il Master organizzato a Milano dall’Istituto di Gestalt HCC Italy ottiene il patrocinio dell’Istituto Superiore di Sanità


Il Master di secondo livello su “Il disturbo dello spettro autistico: tra clinica ed ermeneutica gestaltica” (Milano, gennaio 2017 – maggio 2018) ha ottenuto il patrocinio dell’Istituto Superiore di Sanità, il principale centro di ricerca, controllo e consulenza scientifico-tecnica in materia di sanità pubblica in Italia.

Questo prestigioso riconoscimento da parte dell’organo tecnico-scientifico del Servizio Sanitario Nazionale attesta che il Master organizzato dal nostro Istituto rappresenta un percorso formativo teorico-pratico di accertata utilità per chi lavora o desidera lavorare nell’ambito dello screening, della diagnosi e del trattamento del Disturbo dello Spettro Autistico.

Ricordiamo anche che, oltre a ricevere sia una solida preparazione teorica e clinica, i partecipanti al master potranno ottenere due importanti certificazioni cliniche (ADOS e Vineland), indispensabili per chi vuole occuparsi di diagnostica dell’ autismo.

Le certificazioni rilasciate consentiranno l’uso dei suddetti strumenti sia in ambito pubblico che privato.

Il Master sarà presentato durante il Seminario di studio con crediti ECM che si svolgerà nella sede della Società Umanitaria, in via Daverio 7 a Milano il 3 novembre prossimo, dalle ore 9,30 alle ore 18,00.

Nella giornata di studio sarà possibile per gli interessati conoscere le chiavi di lettura gestaltiche che si focalizzano sulle qualità relazionali dei soggetti con disturbo dello spettro autistico ed incontrare inoltre alcuni ricercatori e clinici, docenti del Master.

Condividi