Il cambiamento terapeutico e il campo fenomenologico

Siracusa, 4 novembre – 2 dicembre 2020

con Margherita Spagnuolo Lobb

Il cambiamento terapeutico e il campo fenomenologico
Nella relazione terapeutica, la prospettiva di campo esprime la natura unitaria della realtà organismo/ambiente (o terapeuta/paziente), in cui si colloca ogni movimento di differenziazione o identificazione di entrambi. Tale movimento costituisce il confine di contatto tra terapeuta e paziente, e conduce al cambiamento terapeutico. La percezione di questo processo è ovviamente soggettiva, ma il processo in sé è un tutt’uno che appartiene sia all’organismo che all’ambiente (sia al terapeuta che al paziente). Il cambiamento terapeutico è dunque un processo di trasformazione della realtà unitaria sé/mondo, in termini fenomenologici, chiamata “campo”. Affrontare la relazione terapeutica con un’ottica di campo consente di fornire al paziente un sostegno più profondo e risolutivo nel qui e ora della seduta.
I due seminari di supervisione offriranno strumenti per orientare la
diagnosi e la terapia dei pazienti in prospettiva di campo.

Programma dei seminari
Primo incontro – Psicopatologia e diagnosi in prospettiva di campo
Siracusa, 4 novembre 2020, ore 14.30 – 19.30

L’ottica di campo in psicoterapia consente di uscire dalla tradizionale prospettiva dicotomica, per entrare a pieno titolo in un’ottica dimensionale e profondamente relazionale. La diagnosi diventa così funzione non solo del sentire del paziente, ma anche del sentire del terapeuta. È ciò che accadde tra terapeuta e paziente, il loro reciproco processo di contatto, che consente di fare una diagnosi del campo (non più della sofferenza individuale) e di vedere come il sentire del terapeuta contribuisce all’esperienza del paziente.
Il seminario affronterà la supervisione di casi riformulando la diagnosi in termini di campo esperienziale tra terapeuta e paziente, e offrendo strumenti di diagnosi e terapia che partono da questa prospettiva.

Secondo incontro – Il cambiamento terapeutico e il campo
Siracusa, 2 dicembre 2020, ore 14.30 – 19.30
La prospettiva del campo fenomenologico modifica sostanzialmente la nostra ottica clinica e l’idea del cambiamento terapeutico. L’aspettativa di cambiamento infatti non riguarda solo il paziente, ma si estende al terapeuta. Ciò che il terapeuta sente verso quel particolare paziente in un determinato momento, e tutta l’interazione tra paziente e terapeuta, diventano un dato clinico fondamentale per
sostenere il cambiamento in psicoterapia. Se il terapeuta sente un peso nel petto, per esempio, quando il paziente racconta di avere subito violenza da bambino, esplorare questa sensazione personale, in termini di conoscenza relazionale estetica, può portare ad una comprensione profonda del campo e di ciò che occorre per renderlo meno ansiogeno. Verrà messo in evidenza come questo approccio è particolarmente valido per i vissuti traumatici.
Il seminario affronterà la supervisione di casi riformulando il processo di cambiamento dei pazienti in termini di campo esperienziale tra terapeuta e paziente.

Attestato e crediti ECM
Verrà rilasciato un attestato di frequenza al “Corso di supervisione per psicoterapeuti: Il cambiamento terapeutico e il campo fenomenologico”.
I seminari attribuiscono n.11,5 ECM per psicologi e medici (tutte le discipline).

Costi
I tre seminari primaverili hanno un costo di € 120
In caso di partecipazione ad un singolo seminario il prezzo è € 80
I prezzi includono IVA, crediti ECM e materiale didattico.

Luogo
Istituto di Gestalt HCC Italy, Via S.Sebastiano 38, 96100 Siracusa

Richiedi informazioni

Iscrizioni