Repag – Registro Internazionale degli Operatori di Psicoprofilassi al Parto


Introduzione al registro

Registro Internazionale degli Operatori di Psicoprofilassi al Parto “Il parto come rinascita relazionale”, fondato da Margherita Spagnuolo Lobb

Obiettivi: raccogliere competenze e creare network

L’iscrizione al registro ha esclusivamente la finalità di certificare la competenza professionale nella conduzione di corsi di psicoprofilassi al parto secondo il metodo “Il parto come rinascita relazionale” o, nel caso dei Trainer, nell’addestramento dei conduttori dei suddetti corsi. In nessun caso essa abilita all’esercizio di alcuna attività professionale ed in particolar modo di quelle per le quali è necessario il possesso di determinati requisiti o l’iscrizione ad appositi albi professionali.

Il modello di riferimento

“Il parto come rinascita relazionale” è un modello psicologico di preparazione al parto secondo l’approccio della Psicoterapia della Gestalt. Per comprendere appieno la mentalità che è alla base di questo corso, è bene sapere che, sin dal suo nascere, la psicoterapia della Gestalt coglie nella fenomenologia il valore dell’unitarietà dell’esperienza e della conoscenza che passa dai sensi. Oggi, accertati questi valori, la comunità gestaltica vede un interesse rinnovato nello studio della fenomenologia per ciò che riguarda l’intenzionalità, il “now for next” (Spagnuolo Lobb, 2011). Questi concetti guidano la lettura che Margherita Spagnuolo Lobb fa dell’esperienza della gravidanza e del parto: periodo cruciale e di grande trasformazione che non è da considerarsi solo come evento fisiologico e di trasformazione corporea della madre, ma anche come un’esperienza carica di vissuti relazionali e di significati proattivi, per entrambi i genitori. Il parto è dunque visto come un processo di contatto, in cui convergono in modo integrato reazioni fisiologiche, schemi relazionali, abitudini di contatto e intenzionalità che richiedono sostegno nella relazione.

Il corso vuole accompagnare e sostenere la coppia facendo attenzione al processo corporeo e relazionale, piuttosto che ai contenuti emozionali. La psicoterapia della Gestalt infatti non mira ad un’analisi, ma al riconoscimento relazionale di quell’intenzionalità di contatto rimasta bloccata. La gravidanza e il partorire possono scatenare una miriade di dubbi, incertezze, timori e l’obiettivo di questo corso è sbloccare le ansie, le paure, le preoccupazioni attuali e future che trattengono le madri e i padri dal respirare serenamente e che impediscono loro di vivere pienamente il momento del parto. Questo modello vuole ripristinare le funzioni di contatto perdute, e sostenere il desiderio che è implicito in ogni paura. E’ un modello che ri-avvicina la donna e la coppia alla naturalezza dell’evento nascita, attraversando il dolore, rinascendo in esso, imparando ad assecondare il proprio corpo che cambia senza averne paura. E’ un modello che trasmette forza e sicurezza alle donne e alla coppia, per affrontare il parto e l’essere genitori di quel figlio.

Il presupposto del corso è che il parto è occasione di rinascita e di crescita per la madre e per la coppia. Prevede attività che aiutano a vivere l’esperienza del parto non solo in modo partecipato e significativo, ma anche mettendo in luce quelle competenze relazionali che segnano l’essere genitori.

Si tratta di un modello molto nuovo, che fa riferimento alle dimensioni relazionali che sono alla base del vissuto e del comportamento durante il parto, e che prepara alla genitorialità.

Prepararsi al parto vuol dire dunque, secondo il modello di Margherita Spagnuolo Lobb, attraversare le dimensioni psicologiche processuali in esso implicate. Ne ha individuate sei che, al loro interno, contengono molte possibilità di sviluppo:

Dimensione 1: fiducia nell’ambiente vs controllo sull’ambiente
Dimensione 2: flessibilità vs rigidità dei confini di sé
Dimensione 3: contenimento dell’eccitazione vs blocco dell’eccitazione
Dimensione 4: confluenza sana vs retroflessione
Dimensione 5: ritiro dal contatto vs fissazione nell’esperienza
Dimensione 6: ritiro dal contatto/individuazione vs fissazione/massificazione

Per attraversare queste dimensioni si utilizza una metodologia integrata: un primo momento informativo, in cui viene descritta la dimensione presa in esame e spiegata la sua funzione; un secondo momento esperienziale che ha lo scopo, attraverso specifici esercizi, di favorire la consapevolezza della gestante e del partner della dimensione in oggetto; un terzo momento di elaborazione in gruppo dei vissuti dell’esperienza e infine un livello-esperimento che consente ai futuri genitori di trovare nuove possibilità di integrazione percettiva e comportamentale.

Sono quindi tre i concetti chiave su cui si articola questo corso di psicoprofilassi al parto:

  • capacità di gestire l’eccitazione fisiologica,
  • confluenza con il dolore e
  • capacità di separazione.

Questo corso, promuovendo il contatto sia con il partner che col proprio bambino, vuole fare in modo che questo momento cruciale della vita della donna e della coppia sia vissuto pienamente, prevenendo i vissuti traumatici e di crisi, o una sopportazione desensibilizzata.

Il parto infatti segna una trasformazione importante nella vita della donna, della coppia e del partner. Prendersi cura di questo momento delicato significa costruire un futuro più solido.

Il Regolamento

Vengono riportati gli articoli più importanti del Regolamento

LIVELLI DI COMPETENZA PROFESSIONALE

I richiedenti possono iscriversi, in base ai livelli di competenza professionale acquisiti, nelle seguenti sezioni del “Registro”:

  1. a)    Base;
  2. b)    Avanzato;
  3. c)    Trainer.

3.2 L’iscrizione al “Registro” ha validità triennale, fermi restando gli obblighi annuali di pagamento della quota prevista in base alla sezione nella quale l’operatore risulta essersi iscritto.

Requisiti per l’iscrizione

 

Possono richiedere l’iscrizione al “Registro” nella sezione “Base” coloro i quali:

  1. a)      Siano in possesso di un titolo di laurea in psicologia, medicina e chirurgia o altresì di un titolo di laurea in scienze infermieristiche e ostetriche o di altro titolo abilitante alla suddetta professione, e risultino iscritti ai rispettivi albi professionali;
  2. b)      Abbiano frequentato corsi di formazione sui principi base del modello Gestaltico, e in particolare sulla conduzione dei gruppi, sul training autogeno e sul sostegno alle dinamiche di coppia, per almeno 100 ore, organizzati o riconosciuti dall’Istituto di Gestalt HCC Italy;
  3. c)      Abbiano, altresì, frequentato il corso per operatori di psicoprofilassi al parto secondo il metodo Spagnuolo Lobb “Il parto come rinascita relazionale”.

4.2 Possono chiedere l’iscrizione al “Registro” nella sezione “Avanzato”:

  1. a)    Coloro i quali siano in possesso di tutti i requisiti indicati alle lettere a) b) e c) del comma precedente, abbiano un’anzianità di iscrizione al registro di almeno 3 anni e siano, altresì, in regola con gli obblighi di aggiornamento indicati all’art. 6 del presente regolamento;
  2. b)    Gli Psicoterapeuti specializzatisi presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia dell’Istituto di Gestalt HCC Italy che abbiano frequentato il corso di cui alla lettera c) del comma precedente.

4.3 Possono, infine, chiedere l’iscrizione al “Registro” nella sezione “Trainer” coloro i quali abbiano acquisito il titolo di Didatta Supervisore presso l’Istituto di Gestalt HCC Italy e abbiano altresì frequentato il corso di cui alla lettera c) del comma 4.1 del presente Regolamento.

OBBLIGHI DI AGGIORNAMENTO

6.1 Tutti gli iscritti al “Registro” hanno l’obbligo di mantenere e migliorare la propria competenza professionale in ambito della psicoprofilassi al parto, curandone l’aggiornamento e partecipando a specifiche attività formative.

6.2 Ogni iscritto dovrà partecipare, nel triennio, ad almeno:

  1. a)    30 ore di formazione specifica se iscritto nella sezione “Base”;
  2. b)    60 ore se iscritto nella sezione “Avanzato”;
  3. c)    120 ore se iscritto nella sezione “Trainer”.

6.3 Gli eventi formativi prescelti, per essere validi ai fini dell’aggiornamento, devono essere organizzati o espressamente riconosciuti dall’Istituto di Gestalt HCC Italy.

RINNOVO DELL’ISCRIZIONE

7.1 Entro 60 giorni dalla data di scadenza del triennio, l’iscritto al “Registro” che intende rinnovare la sua iscrizione è tenuto a presentare la richiesta di rinnovo con allegate le certificazioni comprovanti l’avvenuto espletamento degli obblighi di aggiornamento espressamente indicati all’articolo precedente.

UTILIZZO DEL LOGO E DEGLI ALTRI SEGNI DISTINTIVI

11.3   Il professionista iscritto al Registro è libero di usare il Marchio di qualità su tutta la propria comunicazione istituzionale. A titolo esemplificativo, esso potrà essere riprodotto su carta da lettera, buste, biglietti da visita e su altro materiale informativo proveniente o relativo all’iscritto. L’utilizzo del Marchio di qualità deve comunque avvenire in maniera tale che non possano essere trasmessi messaggi che generino confusione o interpretazioni errate e deve essere correlato al nome del  professionista iscritto al registro. È in ogni caso proibito l’uso del marchio di qualità per offrire, effettuare e documentare attività che siano in contrasto con quelle indicate all’art. 1 del presente Regolamento.

Logo Repag livello base
logo-parto-gestalt-avanzato
logo-parto-gestalt-trainer

Iscrizioni

Per richiedere l’iscrizione al registro è necessario, oltre a quanto già previsto nell’articolo precedente, presentare la richiesta d’iscrizione alla Commissione di Valutazione tramite l’email info@gestalt.it
5.2 Al ricevimento della richiesta, la Commissione di Valutazione provvederà alla verifica dei titoli e delle esperienze professionali indicati all’art. 4. Nel caso d’incompletezza della documentazione, la Commissione provvederà a segnalare le carenze riscontrate, richiedendo l’invio della documentazione mancante. Completato il procedimento verrà comunicato tempestivamente al richiedente l’avvenuta iscrizione al Registro o il provvedimento di diniego succintamente motivato.
5.3 In caso di provvedimento di diniego la domanda potrà essere ripresentata in qualunque momento.

Per richiedere informazioni contattaci

Elenco degli iscritti al Registro - Livello Base

oliveri

Oliveri Giuseppina Francesca

Oltre a psicologa sono anche un’insegnante abilitata, ho insegnato tra il 2009 e 2010 insegnamento su posto comune presso gli istituti comprensivi di Bergamo. Conseguita l’abilitazione alla professione psicologa ho conseguito nel 2011 master in perizia psicologica in ambito giuridico, mi sono iscritta presso l’Istituto Gestalt Hcc conseguendo la specializzazione in Psicoterapia. Dal 2011 al 2016 ho prestato servizio come psicologa e responsabile area educativa presso una comunità per msna (minori stranieri non accompagnati) della Coop Sociale Teresa; dal 2013 psicologa adi  (Assistenza Domiciliare Integrata) con pazienti in fine vita, presso Sisifo consorzio per le coop sociali; per un anno ho prestato servizio come psicologa presso RSA Santa Rosa. Nel 2015 ho conseguito il livello base come operatore di psicoprofilassi al parto secondo il metodo Spagnuolo Lobb.

In atto studio del metodo EMDR Francone Shapiro presso Associazione EMDR Italia con Isabelle Fernández

rl

Rossi Laura

nata il 26/01/83, iscritta all’Albo dell’Ordine degli Psicologi, specializzanda in Psicoterapia della Gestalt. Svolge tirocinio come psicoterapeuta in formazione presso la Neuropsichiatria Infantile di Bagheria dell’Asp di Palermo dal 2013.
Dal 2015 è Assistente all’Autonomia e alla Comunicazione in una scuola primaria di Palermo su incarico del Comune. Ha prestato servizio come tirocinante post-lauream presso il consultorio familiare di Santa Flavia dell’Asp di provincia. È operatrice di Training Autogeno e di Psicoprofilassi al parto. Ama l’arte di scrivere e illustrare storie per bambini armonizzandola nell’arte psicoterapica: cura il sito personale www.lacuradellefavole.altervista.org

mainardi

Mainardi Marta

Psicologa. Psicoterapeuta della Gestalt HCC di Milano in formazione. Operatrice in Psicoprofilassi al parto secondo il modello di Margherita Spagnuolo Lobb dal 2015. Zone in cui esercita: Milano, Lecco.

E-mail: martamainardi@hotmail.com

corona

Anastasia Corona

Psicologa, Psicoterapeuta della Gestalt e Mediatrice Familiare, svolge privatamente negli studi di Cagliari e di Oristano attività clinica di consulenza psicologica e di psicoterapia nel setting individuale, di coppia, familiare e di gruppo, per adulti, bambini e adolescenti. Con un’esperienza pluriennale presso i servizi consultoriali della Asl di Cagliari, si occupa di interventi di prevenzione, sostegno psicologico e psicoterapia nell’area materno-infantile e, in particolare, in ambito clinico-forense della diagnosi e del trattamento del bambino/adolescente proveniente da situazioni sfavorevoli di grave disagio e/o di violenza, e del sostegno alla coppia genitoriale e alla famiglia (d’origine, affidataria e adottiva). Ha lavorato ad attività di monitoraggio e ricerca epidemiologica sul fenomeno delle dipendenze patologiche presso l’Assessorato alla Sanità della Regione Sardegna. Pratica attività di formazione in ambito socio-sanitario.

bertello

Cristina Bertello
Psicoterapeuta della Gestalt, svolgo attività clinica, individuale e di gruppo, con adolescenti e adulti presso lo studio privato a Torino e a Paderno Dugnano (MI). Co-fondatrice e presidente dell’Associazione Pens@te, mi occupo della promozione e della realizzazione di progetti per il benessere psicofisico per adulti e ragazzi disabili sul territorio della Città di Torino attraverso attività di consulenza e di sostegno psicologico, individuali e di gruppo, e attraverso l’attività sportiva della pallacanestro. Iscritta al Registro Internazionale degli Operatori di Psicoprofilassi al Parto (Livello Base) propongo corsi di accompagnamento alla nascita per le coppie.

Condividi