Congratulazioni ai nuovi psicoterapeuti della Gestalt!


Auguri ai nuovi psicoterapeuti della Gestalt che si sono specializzati presso le sedi di Milano e Palermo dell’Istituto di Gestalt HCC Italy, completando il loro percorso formativo!

Con orgoglio vi consegnamo al mondo e vi auguriamo un percorso professionale degno della vostra sensibilità ed umanità.

DIGIOIA MARIA CONCETTA
Titolo Tesi “La coppia che scoppia. Crisi e suoi risvolti nella società di oggi. Un caso clinico”
Relatore: Dott.ssa Maria Mione

MAINARDI MARTA
Titolo Tesi “La coppia in-fertile: riflessioni gestaltiche e proposta per un’applicazione del modello di preparazione al parto di Margherita Spagnuolo Lobb prima del percorso di Procreazione Medicalmente Assistita”
Relatore: Dott.ssa Paola Vianello

RONZONI FRANCESCA
Titolo Tesi “Le arti visive nel setting terapeutico. Convergenze e sinergie tra psicologia e psicoterapia della Gestalt”
Relatore: Dott. Giuseppe Sampognaro

FARINELLA AGATA
Titolo Tesi “L’esperienza della spontaneità in Pdg come possibilità di cambiamento nella relazione”
Relatore: Dott.ssa Marilena Senatore

FRUSTERI CHIACCHIERA VALENTINA
Titolo Tesi “Guardare al gruppo per sostenere la comunità. La Pdg in una società postmoderna”
Relatore: Dott.ssa Fabiola Maggio

49f62c9e-3727-492a-9438-142773a7486c A B e1971905-d18f-4eae-8c06-df7a5974745b IMG_4588 IMG_4592 IMG_4667 IMG_4668 IMG_4671 IMG_4672 IMG_4676

“Con l’augurio che la cura del tuo essere terapeuta sostenga l’altro nel continuare a suonare nuove melodie” (Roberta e Paola)

“A Marta, donna coraggiosamente dolce e con una spiccata attitudine alla psicoterapia. Un augurio grande per la tua professione e la tua vita” (Paola)

“E’ stato emozionante accompagnarti e vedere quanto sei cresciuta. Siamo felici di essere insieme a te in questo nuovo inizio. Buon proseguimento di viaggio!” (Claudia e Francesca)

“Auguri alle neo psicoterapeute della Gestalt! Che la vostra vita professionale e personale sia specchio della bellezza di cui siete portatrici” (Giulia)

Condividi

Seminari di perfezionamento e supervisione per psicoterapeuti con Margherita Spagnuolo Lobb


I seminari di supervisione sono un’occasione di scambio tra colleghi e di aggiornamento sulle nuove competenze terapeutiche oggi richieste.
Il ruolo dello psicoterapeuta è fondamentale nella società contemporanea. Essere efficaci con i pazienti implica dare un contributo generativo alla comunità di cui gli psicoterapeuti fanno parte.

I campi psicopatologici della violenza
Viviamo in un mondo sempre più desensibilizzato e violento. I traumi frequenti (sperimentati in modo diretto o mediato) e le condizioni difficili della nostra società minacciano il senso di sicurezza delle persone, che non riescono a sintonizzarsi sulle emozioni (proprie e altrui) e creano campi esperienziali in cui vige la paura e la violenza, agita o subita. Queste esperienze di violenza e di paura arrivano nei nostri studi e ci trovano a volte impreparati come psicoterapeuti. Siamo stati formati a valori di rispetto e ascolto, lontani ormai dalle possibilità percepite dai nostri pazienti. Abbiamo bisogno di riflettere sulle nostre prassi psicoterapiche, così come sul nostro vissuto personale davanti a gesti e situazioni che una volta erano del tutto impensabili. Nel nostro ruolo terapeutico, non possiamo anche noi abituarci alla paura e alla violenza.
I tre seminari di supervisione offriranno chiavi di lettura gestaltiche per le varie forme di violenza percepita, inserendole in un frame psicopatologico capace di orientare la nostra comprensione e i nostri interventi.
Come risensibilizzare il confine di contatto e favorire la capacità di accogliere la novità inaspettata, non perdendo il senso unitario del sé? Questo il problema che si pone allo psicoterapeuta oggi.
La focalizzazione sul tema della violenza nelle varie esperienze psicopatologiche non esclude la possibilità di supervisioni di altri casi.

 

Primo seminario
Il campo narcisistico della violenza 

Secondo seminario
Il campo borderline della violenza 

Terzo seminario
Il campo traumatico della violenza

Per conoscere le date, gli orari e avere maggiori dettagli su ogni seminario: scarica la brochure

 

I seminari di supervisione si svolgono presso la sede dell’Istituto di Gestalt HCC Italy di Milano e di Siracusa.

Verrà rilasciato un attestato di frequenza al “Corso di supervisione per psicoterapeuti. I campi psicopatologici della violenza – edizione 2019”.
Sono attribuiti al corso crediti ECM, per psicologi e medici (tutte le discipline).

 

Clicca qui per saperne di più

Condividi

Psicopatologia a Helsinki


Si è concluso il corso sulla Psicopatologia organizzato da una associazione finlandese Finnish Gestalt Therapy Association. A concluderlo è stato il direttore dell’Istituto di Gestalt HCC Italy Margherita Spagnuolo Lobb nelle date 6-7-8 Dicembre 2018. Riportiamo una dichiarazione della dottoressa in merito all’esperienza condotta: 

L’ultimo seminario del programma di psicopatologia a Helsinki è stata un’esperienza di incontro, ognuno con la propria profonda umanità, condividendo esperienze dolorose, sfide professionali e la gioia di stare insieme. Buona vita a tutti!Margherita Spagnuolo Lobb 

Riportiamo anche le parole di una psicoterapeuta partecipante all’evento:
“In questi tre giorni sono stata circondata dal mare della cura: ho accolto l’alterità, ho assistito alla trasformazione sotto i miei occhi e sono profondamente grata di far parte della famiglia gestaltica. Ringrazio la Finnish Gestalt Therapy Association per aver organizzato questo studio straordinario ” I fondamenti dell’approccio gestaltico alla psicopatologia”. Questo ultimo seminario, tre giorni intensivi di apertura della mente, lo abbiamo trascorso con una grande autrice, psicologa, psicoterapeuta della Gestalt Therapy, il fondatore e direttore dell’Istituto di Gestalt HCC, la dott.ssa Margherita Spagnuolo Lobb che ci ha dato molte nuove nozioni, ad esempio “la conoscenza relazionale estetica”. In questo seminario ci siamo concentrati sul tema “Esperienze narcisistiche e borderline: progressi nella terapia della Gestalt”.  Personalmente sono così felice di questa forte connessione nel mio lungo viaggio con la danza: “La danza è per Margherita il concetto più appropriato per un approccio psicoterapeutico fenomenologico, estetico e sul campo, che descrive nei passaggi di danza procedurale tra psicoterapeuta e paziente. ”- www.gestaltitaly.com

Kirsi Tormi

Condividi

Master Breve in comunicazione e competenze relazionali


“..Una bellissima esperienza di crescita e confronto!”

Si è concluso, a Milano, il Master Breve in Comunicazione e Competenze Relazionali.
La formazione offerta dal Master breve è uno strumento fondamentale per tutti coloro che, a diversi livelli, sono impegnati in contesti educativi, sanitari, sociali e aziendali. Grazie all’articolazione della didattica in momenti teorici e pratico-esperienziali, anche i giovani neo-laureati o laureandi (psicologi, pedagogisti, assistenti sociali, medici, avvocati, insegnanti, economisti , ingegneri, ecc.) possono trarre profitto da questo iter formativo, che si pone come completamento ideale degli studi universitari.

Utilità per la professione
Le competenze comunicative e relazionali acquisite nel Master-breve costituiscono una preparazione fondamentale per coloro che intendono svolgere una professione di aiuto o di coordinamento organizzativo, così come per coloro che, essendo già inseriti in un contesto lavorativo, sentono l’esigenza di sviluppare le proprie risorse, di promuovere e stimolare la consapevolezza personale su specifici temi.
La frequenza del Master-breve consente inoltre di acquisire strumenti operativi per:
– la gestione delle crisi
– il processo decisionale
– l’empowerment

Direttore del Corso
Dott.ssa Margherita Spagnuolo Lobb

Coordinamento didattico ed organizzativo
dott.ssa Susanna Marotta, dott.ssa Veruska Schillaci

Programma
Il Master ha una durata di 100 ore. Include inoltre 9 ore di formazione a distanza tramite piattaforma informatica. Si consiglia di affiancare alla formazione un percorso psicoterapico individuale.
Il Master si svolge in 7 weekend a cadenza mensile.
I seminari si svolgeranno il sabato dalle ore 10.00 alle ore 19.00 e la domenica dalle ore 9.00 alle ore 14.00.

Il Master tratterà approfonditamente i seguenti argomenti:
1. Introduzione al modello come approccio esperienziale-relazionale (Dott. Albino Macaluso)
2. La comunicazione nelle relazioni di aiuto: l’ ascolto empatico, il feedback e l’estetica del contatto (Dott.ssa Susanna Marotta)
3. L’esperienza corporea come competenza relazionale (Dott.sse Fabiola Maggio e Marilena Senatore)
4. Essere coppia oggi: comunicare tra intimità e alterità (Dott.ssa Teresa Borino)
5. La comunicazione creativa con i bambini e gli adolescenti (Dott.ssa Teresa Maggio e Veruska Schillaci)
6. Comunicazione, conflitto e la leadership nei gruppi di lavoro (Dott.ssa Angela Di Martino)
7. La creatività nelle relazioni (Dott.sse Margherita Spagnuolo Lobb e Susanna MarottaVeruska Schillaci)

Per maggiori info clicca qui

Condividi

L’estetica della relazione di cura.


Il 23 Novembre 2018 a Milano si terrà il convegno internazionale con Jean-Marie Robine dal titolo “L’estetica della relazione di cura. Riflessioni tra clinica, formazione e società.” organizzato dall’Istituto di Gestalt HCC Italy.

In un lento processo, la crisi delle relazioni nella nostra società ha portato ad una preoccupante destabilizzazione delle istituzioni e alla desensibilizzazione attuale dei giovani, alla mancanza di contenimento delle relazioni educative, al deterioramento delle condotte sociali e alla confusione di ruoli.

Tutte le relazioni di cura hanno bisogno di un nuovo sguardo e di nuove tecniche. Come Merleau-Ponty (1965; 1979) ci ricorda, la conoscenza fenomenologica implica ogni volta un “ri-apprendere a guardare” e dunque è strettamente legata al giudizio estetico.

L’approccio gestaltico propone strumenti fenomenologici in un’ottica di campo: chi fornisce la cura e chi la riceve condividono un campo esperienziale, in cui è possibile ricostituire il senso di sé e riconoscere il processo di adattamento creativo che ogni sofferenza implica. Ciò consente alla psicoterapia di passare da un modello estrinseco di salute ad un modello estetico, basato sulla percezione attuale dell’incontro tra terapeuta e paziente, quindi su fattori intrinseci alla relazione.

Il convegno ospiterà un dialogo sull’ottica estetica nella clinica, nella formazione e nella società e sui valori rivoluzionari che essa porta in questi ambiti.

Durante il convegno sarà presentato il libro:
Sé. Una polifonia di psicoterapeuti della Gestalt contemporanei
A cura di J.M. Robine (2018), FrancoAngeli editore

Destinatari
Psicoterapeuti, psicologi, medici, sociologi, assistenti sociali, professionisti delle relazioni d’aiuto ed educative, studenti universitari.

 

Per saperne di più clicca qui

Condividi

La psicoterapia della Gestalt con le coppie


Margherita Spagnuolo Lobb conduce un corso di supervisione per psicoterapeuti a Siracusa, Palermo e Milano sulle coppie.

Il corso è un’occasione di scambio tra colleghi e di aggiornamento sulle nuove competenze terapeutiche oggi richieste per la psicoterapia con le coppie. Il ruolo dello psicoterapeuta è fondamentale per sostenere le coppie nella società contemporanea. Essere efficaci con i nostri pazienti implica dare un contributo generativo alla comunità di cui facciamo parte.

Perchè frequentare?
Nel lavoro psicoterapeutico con le coppie convergono due problemi fondamentali della società contemporanea: la desensibilizzazione corporea e la difficoltà di restare nelle relazioni. L’evoluzione sociale ha portato ad un disorientamento nelle relazioni di coppia: quando si può dire di essere coppia? E come si fa a restare coppia? Le difficoltà delle coppie oggi non riguardano più, come un paio di decenni fa, il diritto di realizzarsi al di là del legame. Oggi le coppie patiscono un addormentamento dei sensi, una confusione nel desiderio verso l’altro o una noia. Il richiamo dell’altro è debole e incostante.

Lo psicoterapeuta deve trovare strumenti metodologici nuovi per aiutare le coppie a vivere la relazione con l’altro in modo piacevole e rilassato, imparando a sentirsi a casa nella terra straniera che il rapporto di coppia diventa quando non ci si sente visti nel desiderio e nei tentativi di raggiungersi.

Il corso offre un modello pratico di lavoro psicoterapico capace di risolvere queste nuove evidenze cliniche della coppia. E’ stato elaborato da Margherita Spagnuolo Lobb sulla scia della tradizione americana fondata da Sonia Nevis e Joseph Zinker. E’ stato finora pubblicato con il titolo “Essere al confine di contatto con l’altro: la sfida di ogni coppia”, nel libro il linguaggio segreto dell’intimità (curato da R. Lee) e nella rivista Terapia Familiare n. 86, 2008, pp. 55-73.

Si è concluso il secondo corso di supervisione nella sede di Siracusa dal titolo L’intervento gestaltico con le coppie: il sostegno al now-for-next giorno 7 Novembre 2018

2

Si è concluso il secondo corso di supervisione anche nella sede di Milano giorno 8 Novembre 2018

3

 

Per maggiori informazioni sui seminari professionalizzanti e con crediti ECM clicca qui

Condividi

Disturbi d’ansia


Il 24 Ottobre 2018 l’Università Kore di Enna ha ospitato il seminario dal titolo “Disturbi d’ansia: corpi e relazioni in uno sfondo sociale incerto”
A presentare il seminario è stato il Presidente del Corso di Laurea Magistrale in Psicologia Clinica, Prof. A.Schimmenti.
Le Relazioni sono state trattate da alcuni didatti dell’Istituto di Gestalt HCC Italy tra cui:
Il Dott. Giancarlo Pintus con la relazione su “Disturbi d’ansia: dal DSM5 ad una lettura relazionale”
Il Dott. Giuseppe Sampognaro con la relazione su “l’ansia dell’adolescente nel deserto relazionale.”
A seguire il Prof. Calogero Iacolino, professore di Psicologia Clinica ha trattato il tema “il tradimento del corpo: normalità e patologia delle relazioni affettive”
e infine la Dott.ssa Margherita Spagnuolo Lobb, direttore dell’Istituto di Gestalt HCC Italy, ha concluso il seminario con “psicopatologia dell’ansia ed esperienza dello sfondo”.
PHOTO-2018-10-24-14-56-12 2
I partecipanti hanno ascoltato con grande interesse e hanno partecipato alla dimostrazione clinica a cura della Dott.ssa M. Spagnuolo Lobb e al dibattito conclusivo.
Felici di aver sostenuto, con la presenza del direttore e dei didatti dell’Istituto, un tema così attuale come i disturbi d’ansia.
Condividi

Margherita Spagnuolo Lobb riceve il Premio alla Carriera a Palermo


L’Ordine degli Psicologi Sicilia, Sabato 20 ottobre 2018, ha assegnato a Margherita Spagnuolo Lobb un riconoscimento alla carriera.

La cerimonia è stata tenuta in occasione della Giornata Nazionale della Psicologia in Piazza Verdi a Palermo. La Giornate Nazionali della Psicologia, giunta quest’anno alla terza edizione, è promossa dal Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi e patrocinata dal Ministero della Salute. Nasce con lo scopo di informare sulle più rilevanti tematiche di interesse psicologico, e per far conoscere maggiormente ai cittadini e alla comunità le potenzialità della Psicologia come scienza e come professione, in un periodo storico in cui l’ascolto della persona ricopre un ruolo importante per lo sviluppo umano e sociale

In occasione della Giornata Nazionale della Psicologia, tradizionalmente, l’Ordine premia un professionista che, con il suo lavoro, ha consentito un avanzamento nel campo della psicologia e della ricerca. Nel corso dell’edizione precedente ha ricevuto il premio il prof. Santo Di Nuovo dell’Università di Catania, quest’anno ha ricevuto il premio la dott.ssa Margherita Spagnuolo Lobb dell’Istituto di Gestalt HCC Italy (Siracusa, Palermo, Milano).

Nel corso del 2018 la dott.ssa Spagnuolo Lobb ha inoltre ricevuto il Premio Internazionale alla Carriera della AAGT (Association for the Advancement of Gestalt Therapy) – già tributato in passato ai professori Ed Nevis, Ansel Woldt, Erving Polster e Bud Feder – per la prima volta assegnato in Europa e ad una donna (per maggiori dettagli leggi questo articolo https://www.gestalt.it/margherita-spagnuolo-lobb-riceve-to…/).

Di seguito i link degli articoli dedicati alla premiazione:
Repubblica.it

Siracusanews.it

Abbiamo il piacere di condividere con voi il momento della premiazione: guarda il video

Grazie a tutti i colleghi e agli amici dell’Istituto di Gestalt HCC Italy per aver partecipato a questa importante giornata per gli psicologi e per la nostra comunità!

 

 

Condividi

Corso gratuito di preparazione all’Esame di Stato per l’abilitazione alla professione di psicologo (sez. A)


L’Istituto di Gestalt HCC Italy organizza un corso di preparazione all’Esame di Stato per l’abilitazione alla professione di psicologo (sez. A) presso la sede di Palermo.
Il corso fornisce conoscenze pratiche e indicazioni per poter affrontare la seconda prova (la progettazione di interventi complessi) e la prova orale (legislazione e deontologia professionale) dell’Esame di Stato.

In cosa consiste l’Esame di Stato?

  1. Prima prova scritta su aspetti teorici e applicativi avanzati della psicologia, progettazione di interventi complessi su casi individuali, in ambito sociale o di grandi organizzazioni, con riferimento alle problematiche della valutazione e dello sviluppo delle potenzialità personali;
  2. Seconda prova scritta su progettazione di interventi complessi con riferimento alle problematiche della valutazione dello sviluppo delle potenzialità dei gruppi, della prevenzione del disagio psicologico, dell’assistenza e del sostegno psicologico, della riabilitazione e della promozione della salute psicologica;
  3. Terza prova scritta (applicativa) concernente la discussione di un caso relativo ad un progetto di intervento su individui ovvero in strutture complesse;
  4. Prova orale su argomenti delle prove scritte e su questioni teorico-pratiche relative all’attività svolta durante il tirocinio professionale, nonché su aspetti di legislazione e deontologia professionale.

Il corso organizzato dall’Istituto è gratuito, rivolto a laureati in psicologia, ma destinato a un numero limitato di partecipanti fino a esaurimento posti.
Per conoscere il programma dei singoli incontri clicca qui

 

Ricorda che per iscriversi è necessario inviare una richiesta a questo link.

Per maggiori informazioni clicca qui.

 

Ti aspettiamo!

 

 

 

 

Condividi

L’Istituto di Gestalt HCC Italy e il VIII Congresso FIAP


Napoli ha ospitato il VIII Congresso FIAP dal titolo La psicoterapia sulla rotta del cambiamento.

Come mai è stata scelta Napoli? “Narra un’antica leggenda che la città di Napoli fosse sorta proprio tra gli scogli di Megaride, una piccola isola abitata da pescatori, grazie alla benevolenza e alla protezione di una sirena, Partenope. Abbiamo pensato di affidare a lei i dialoghi, le riflessioni e le esperienze cliniche che animeranno i lavori scientifici dell’VIII Congresso FIAP.
Il tema del cambiamento nella psicoterapia e nella società contemporanea sarà al centro del confronto tra i diversi approcci e modelli che appartengono alla FIAP.
Interverranno esponenti autorevoli, italiani e stranieri, del mondo della psicoterapia. Il canto di Partenope vuole essere pertanto espressione della capacità terapeutica di trasformare le storie non solo attraverso il potere della parola, ma anche la bellezza del gesto, della voce, dell’immaginazione, augurandoci che la brezza marina continui ad accompagnare l’affascinante viaggio della psicoterapia sulla rotta del cambiamento.” (Giuseppe Ruggiero, Presidente FIAP e organizzatore del Congresso)

Ben 26 Didatti e Allievi-didatti dell’Istituto di Gestalt HCC Italy hanno partecipato al Congresso e presentato i loro lavori. Queste le loro impressioni a caldo:

L’ospitalità di una Napoli eterogenea, è stata lo sfondo per l’incontro di diversità caratterizzate da impegno e leggerezza, dati empirici e corporeità, cambiamento e senso di appartenenza.
Alessandra Vela 

Il Canto di Partenope ha accompagnato il senso di quattro giorni fatti di una psicoterapia non diversa da quello che si vive tra le strade della città che l’ha ospitato, una spirale fatta di scienza, senso comune, scambi, ed un senso d’identità; tra relazioni neuroscientifiche che dall’alto della loro imperturbabilità incontrano la voce di chi tutto questo cerca di renderlo reale nella relazione di cura, tra la gente. In una città che sconvolge per il suo caos e la sua bellezza, per i suoi rumori e la sua musica, per il gusto ed i suoi eccessi: per il suo senso della vita. Sotto la protezione di un Vesuvio che ne racconta tutta la sua storia.
Fabiola Maggio

Incontri possibili, distanze colmabili. Fertili novità. Le nostre Gestalt a Napoli.
Michele Cannavò

Soddisfatte e piene di gratitudine per gli intensi giorni trascorsi insieme. Un clima sereno e di stimolante confronto. È stato bellissimo esserci con l’entusiasmo e la gioia di “stare insieme”, di essere parte di un NOI solido, allegro, impegnato e curioso.
Rosanna Militello e Barbara Crescimanno

Il cambiamento sta cambiando e così si modifica anche la psicoterapia. Un incontro tra diversi approcci terapeutici uniti in questa richiesta trasformativa. Un bel convegno, ricco di spunti e carico di attività. Un’occasione per creare legami nuovi e consolidare quelli esistenti.
Alessia Repossi, Roberta La Rosa, Silvia Tosi, Stefania Benini

Bello, a Napoli, sperimentare l’appartenenza a cerchi concentrici…Sentire di appartenere alla comunità degli psicoterapeuti, appassionati alle pieghe dell’animo umano in tutte le latitudini del mondo. Sentire di appartenere alla psicoterapia italiana, che si sforza con tenacia di trovare identità comuni, nelle differenze spesso contrastanti tra le correnti teoriche. Sentire di appartenere alla psicoterapia della Gestalt, sfaccettata e variegata, ma affascinante in ogni sua forma. Sentire di appartenere all’Istituto di Gestalt HCC Italy, che rende orgogliosi di questa appartenenza, stimolo di continua crescita professionale e umana.
Silvia Tinaglia

Il congresso Fiap ha visto la presenza di molti di noi dell’Istituto di Gestalt HCC Italy, tra didatti, allievi didatti e allievi. Mi sono sentita orgogliosamente parte di una comunità di terapeuti “viva”, pulsante, forte, sempre aperta al dialogo, alla conoscenza e alla curiosità verso l’ altro, non disconoscendo mai se stessa, ma anzi forte delle proprie radici e delle proprie ali, presentando dei lavori di valore internazionale (workshop, panel, lectures) che hanno riscontrato l’ apprezzamento e a volte anche lo stupore dei partecipanti, con uno sguardo sempre rivolto al next, a ciò che ci attende come gruppo, alle nostre nuove sfide, alle collaborazioni di respiro nazionale e internazionale e ai progetti di ricerca che ci coinvolgono.
Marilena Di Pasqua

Orgogliosi di appartenere alla comunità complessa della psicoterapia italiana con gratitudine per il lavoro svolto da Giuseppe Ruggiero auguriamo buon lavoro alla nuova Presidente FIAP Luisa Martini
Margherita Spagnuolo Lobb 

Condividi