Psicopatologia della situazione

Psicopatologia della situazione. La psicoterapia della Gestalt nei campi clinici dello sviluppo umano. Spagnuolo Lobb, Cavaleri

Psicopatologia della situazione

La psicoterapia della Gestalt nei campi clinici delle relazioni umane

A cura di Margherita Spagnuolo Lobb e Pietro A. Cavaleri

Prefazione di Santo Di Nuovo

Quarta di copertina

A distanza di settanta anni dalla fondazione della psicoterapia della Gestalt, questo libro risponde agli interrogativi clinici innescati dalla pandemia, proponendo il paradigma della “situazione”.

Getta uno sguardo di campo sulle situazioni cliniche in cui lo psicoterapeuta è chiamato a intervenire e propone strumenti fenomenologici ed estetici che considerano l’esperienza di tutti i soggetti coinvolti, incluso il terapeuta.

Acquista

Prezzo 35 Euro

Aggiungi al carrello

Per gli allievi in itinere della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia è previsto un prezzo scontato. Per usufruire dell’agevolazione accedere al Portale Allievo prima di aggiungere il volume al carrello.

Recensioni

Questo libro ci insegna come abbiamo bisogno di imparare a metterci insieme perché prenda forma e diventi possibile un futuro creativo.
Gary Yontef

Sono felice di vedere questo libro e credo che non solo sia adeguato al nostro tempo ma che incarni anche i principi originali della psicoterapia della Gestalt.
Erving Polster

Conoscenza relazionale estetica, prospettiva antropologica, fenomenologia, sono criteri che servono per la concreta lettura dei casi; le schede e procedure cliniche presentate nel volume illustrano e consentono questa applicazione.
Dalla prefazione di Santo Di Nuovo

I curatori

Margherita Spagnuolo Lobb psicologa psicoterapeuta gestalt

Margherita Spagnuolo Lobb dirige l’Istituto di Gestalt HCC Italy (www.gestalt.it), Scuola di Specializzazione in Psicoterapia e Istituto Internazionale di Formazione per psicoterapeuti, past-president e socio onorario della European Association for Gestalt Therapy e della Società Italiana Psicoterapia Gestalt. Ha scritto Il now-for-next in psicoterapia. La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna (FrancoAngeli, 2011), tradotto in 8 lingue. Dirige la rivista Quaderni di Gestalt (FrancoAngeli) e la collana in lingua inglese Gestalt Therapy Book Series (Routledge).

Pietro Andrea Cavaleri psicologo psicoterapeuta Gestalt

Pietro A. Cavaleri è didatta presso la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia dell’Istituto di Gestalt HCC Italy. Ha insegnato presso l’Università di Palermo, la LUMSA e la Facoltà di Scienze dell’Educazione “Auxilium”. È stato dirigente psicologo presso la ASL di Caltanissetta. Fra i suoi libri, La profondità della superficie (FrancoAngeli, 2003). Ha curato Psicoterapia della Gestalt e neuroscienze (FrancoAngeli, 2013).

Indice

Prefazione, di Santo Di Nuovo

Introduzione dei curatori

Prima parte. Psicopatologia della situazione

1.Situazioni psicopatologiche nella post-pandemia. La psicoterapia della Gestalt relazionale nei campi clinici emergenti, di Margherita Spagnuolo Lobb e Pietro A. Cavaleri

2. Il lavoro sullo sfondo, l’estetica e la “danza”. La Conoscenza Relazionale Estetica e la reciprocità, di Margherita Spagnuolo Lobb
COMMENTO. Al di là degli slogan: relazionalità tra individui e respiro comunitario, di Erving Polster

3. Il disordine globale e la prospettiva antropologica della Gestalt therapy, di Pietro A. Cavaleri
COMMENTO. La crisi mondiale e la terapia della Gestalt: in risposta a Cavaleri, di Gary Yontef

4. Verso una nuova fenomenologia gestaltica, di Pietro A. Cavaleri

5. La scheda clinica gestaltica: uno strumento fenomenologico, estetico e di campo per la lettura e la supervisione dei casi, di Margherita Spagnuolo Lobb, Elisabetta Conte e Maria Mione

Seconda parte. Situazioni psicopatologiche nei campi clinici delle relazioni umane

6. “Giro girotondo, casca il mondo”. La psicoterapia della Gestalt con la sofferenza infantile, di Silvia Tosi e Elisabetta Conte

7. Figli di relazioni “spezzate”: riparare il ground dell’esperienza genitoriale, di Paola Canna e Manuela Partinico

8. Psicoterapia della Gestalt e trauma complesso in preadolescenza. Come sostenere l’integrazione fra corpo, emozioni e parole, di Rosanna Militello

9. Essere o non essere autistici: dall’effetto camouflage all’élan vital. Una lettura gestaltica, di Antonio Narzisi

10. Adolescenti in eclisse. Appunti di viaggio nel labirinto del ritiro sociale, di Michele Lipani

11. L’addiction come trauma persistente dello sfondo: neurobiologia e psicoterapia della Gestalt, di Giancarlo Pintus e Maria Luisa Grech

12. Il conflitto di coppia come spazio di riconoscimento. Una opportunità ancora possibile nel mondo post-pandemico, di Pietro A. Cavaleri

13. Lavorare con la famiglia in psicoterapia della Gestalt, di Giuseppe Sampognaro

14. Psicoterapia della Gestalt e invecchiamento, di Alessandra Merizzi

15. La psicoterapia della Gestalt nella relazione con il paziente cronico: accogliere e sostenere l’esperienza della perdita attraverso uno sguardo estetico, di Alessandra Vela e Donatella Buscemi

16. Per chi non suonano le campane. L’elaborazione del lutto nel nostro tempo, di Carmen Vàzquez Bandìn

Bibliografia

Potrebbe interessarti anche...