Cosa è la Psicoterapia – Salute mentale – Cura dell’anima


Definizione Psicoterapia cura dell anima salute mentale

Cosa è la Psicoterapia

La psicoterapia è un intervento specialistico effettuato da medici o psicologi con specifica ulteriore formazione, attivato per rispondere ai bisogni di salute mentale delle persone in contesti individuali, di coppia, di famiglia o di gruppo, a seconda delle esigenze e del tipo di disagio.

La Psicoterapia come cura dell’anima

Il termine “psicoterapia” viene dal greco psychè “anima” e theraphéia “cura”, dunque: cura dell’anima.

Possiamo di conseguenza affermare che la psicoterapia è una forma di cura di ciò che anima la vita, un sostegno al benessere della persona e delle relazioni, per raggiungere la salute mentale.

Raggiungere la Salute Mentale

Un prendersi cura di quel “respiro” che ci consente di riconoscere ed esprimere noi stessi, di far fronte ai conflitti esistenziali che attraversiamo, di sentire che il nostro lavoro e il nostro esistere sono un contributo per la comunità, di sentirci appartenenti ad essa.

Questi ultimi sono concetti che fondano la definizione di salute mentale che è parte stessa della definizione più completa e integrata di salute che l’OMS ha formulato in diverse circostanze. La psicoterapia si prende quindi cura della salute psicologica ed esistenziale e dunque del benessere individuale-sociale-collettivo.

Quali sono le origini della Psicoterapia della Gestalt?

La psicoterapia della Gestalt è un metodo psicoterapico post-analitico, sviluppatosi negli Anni Cinquanta, nell’ambito delle psicoterapie umanistiche.

Nasce a New York, nel 1950 circa, dalle intuizioni di Friedrich S. (Fritz) Perls, uno psicoanalista ebreo tedesco, emigrato negli anni Quaranta per motivi razziali in Sudafrica e poi negli Stati Uniti, e per opera di un gruppo di intellettuali statunitensi, profondi conoscitori della psicoanalisi, che elaborò le intuizioni di Perls.

Questi, insoddisfatto della teoria freudiana dell’Io, intuì che l’introiezione termina il proprio compito evolutivo fondamentale molto prima di quanto avesse teorizzato Freud e indicò nello sviluppo dei denti (fase dentale) l’evidenza fisiologica di tutto ciò.

La capacità di masticare e di mordere che nasce nell’organismo con lo sviluppo dentale dà assoluto rilievo all’aggressività in un momento evolutivo significativamente anteriore a quello teorizzato da Freud.

Inoltre, l’aggressività stessa venne intesa da Perls in termini positivi, di sopravvivenza e di crescita fisica ed esistenziale dell’organismo.

Approfondisci con questo link

Condividi