Reciprocità e riconoscimento in psicoterapia – Seminari di perfezionamento e supervisione per psicoterapeuti


Supervisioni per psicoterapeuti - I campi psicopatologici della violenza

Seminari di perfezionamento e supervisione per psicoterapeuti

Reciprocità e riconoscimento in psicoterapia

con Margherita Spagnuolo Lobb

19/02/2020 - 08/04/2020, Siracusa
14:30 - 19:30


Introduzione al corso
I seminari di supervisione sono un’occasione di scambio tra colleghi e di aggiornamento sulle nuove competenze terapeutiche oggi richieste. Il ruolo dello psicoterapeuta è fondamentale nella società contemporanea. Essere efficaci con i
nostri pazienti implica dare un contributo generativo alla comunità di cui facciamo parte. È possibile fare supervisione anche su casi non inerenti al tema trattato. La metodologia utilizzata per lo svolgimento dei seminari prevede un approfondimento sia degli aspetti esperienziali del terapeuta che teorici e metodologici.

Destinatari
Il corso è a numero chiuso, la partecipazione è riservata a psicoterapeuti della Gestalt e di altri approcci.

Reciprocità e riconoscimento in psicoterapia
L’attuale condizione sociale, priva di punti di riferimento valoriali e relazionali e incapace di sostenere la crescita dei giovani, ha modificato radicalmente le sofferenze che i pazienti portano in terapia. La relazione terapeutica è chiamata a fornire quel senso di sicurezza, nella relazione e nell’altro, che consenta di costruire un senso-di-sé-in-contatto tra paziente e terapeuta. È così che oggi sentiamo la necessità di spostare il focus dal sostegno all’autonomia del paziente alla reciprocità della danza tra terapeuta e paziente. Ciò è possibile grazie al riconoscimento del movimento intenzionale dell’altro verso il contatto, che si intreccia con uno sguardo rivolto alla reciprocità – alla “danza” (Spagnuolo Lobb, 2017) – tra paziente e terapeuta. I tre seminari di supervisione offrono strumenti per orientare la diagnosi e la terapia.

Margherita Spagnuolo Lobb

Margherita Spagnuolo Lobb

Docente
Margherita Spagnuolo Lobb

Psicologa, psicoterapeuta, didatta internazionale presso istituti di formazione e
università italiani ed esteri. È stata presidente della Società Europea Psicoterapia Gestalt (EAGT), di cui adesso è Primo Socio Onorario, della Società Italiana Psicoterapia Gestalt (SIPG), di cui è Presidente Onorario, della Federazione
Italiana delle Associazioni di Psicoterapia (FIAP), della Federazione Italiana Scuole e Istituti di Gestalt (FISIG).
Ha introdotto in Italia le opere e il lavoro clinico dei rappresentanti più significativi della psicoterapia della Gestalt. Ha contribuito, con centinaia di scritti in varie lingue, allo sviluppo teorico e metodologico della psicoterapia della Gestalt. Il suo libro, Il now-for- next in psicoterapia. La psicoterapia della Gestalt raccontata nella società post-moderna (Milano: FrancoAngeli, 2011) è stato tradotto in sette lingue. Collabora con varie riviste internazionali; dirige la Rivista italiana Quaderni di Gestalt (dal 1985) e la Collana di Psicoterapia della Gestalt per la casa editrice FrancoAngeli. Dirige la collana internazionale in lingua inglese Gestalt Therapy Book Series (www.gestaltitaly.com) e i training internazionali di psicopatologia gestaltica e di supervisione (in lingua inglese).
Nel 2018 ha ricevuto a Toronto il premio alla carriera dalla AAGT, e il riconoscimento per il contributo agli studi di psicologia dall’Ordine degli Psicologi della Regione Sicilia.

Programma dei seminari
Primo incontro –  L’esperienza dello sfondo e il sé intenzionale
Siracusa, 19 febbraio 2020, ore 14.30 – 19.30

Per la psicoterapia della Gestalt il sé è un processo di formazione figura/sfondo, in continuo scambio con l’ambiente. L’esperienza dello sfondo contribuisce alla formazione della figura, al determinarsi del sé nel contatto, con una particolare intenzionalità. Questa definizione del sé come processo integrativo di contatto, orientato all’altro/ambiente, è oggi confermato dalle recenti scoperte di neuroscienze che mettono in evidenza come la tensione verso l’altro è uno degli aspetti fondamentali della formazione del sé.
Il seminario affronterà la supervisione di casi considerando l’esperienza dello sfondo dei pazienti, e offrendo strumenti di diagnosi e terapia che partono da questa prospettiva.

Secondo incontro – La Conoscenza Relazionale Estetica del terapeuta
Siracusa, 11 marzo 2020, ore 14.30 – 19.30

La Conoscenza Relazionale Estetica (CRE) è lo strumento con cui il terapeuta risuona con il paziente durante la seduta, e anche la lente attraverso cui guarda alla situazione vitale del paziente, il sentimento che prova davanti al campo esperienziale in cui il paziente è immerso. Il sentire del terapeuta pertanto non è solo empatia, l’immedesimarsi nel vissuto del paziente, ma è anche risonanza, la reazione personale e sensibile al campo davanti al paziente, è l’altra “faccia della luna” del vissuto del paziente (Spagnuolo Lobb, 2016). Questo concetto sostiene la considerazione di un qui e ora partecipato, in cui l’unicità del terapeuta si incontra con l’unicità del paziente per risensibilizzare il sentire corporeo e cogliere la percezione integrata del campo esperienziale.
Il seminario affronterà la supervisione di casi considerando la CRE del terapeuta, e offrendo strumenti di diagnosi e terapia che partono da questa prospettiva.

Terzo incontro – La reciprocità della danza tra terapeuta e paziente
Siracusa, 8 aprile 2020, ore 14.30 – 19.30

Nel corso degli anni la psicoterapia della Gestalt ha spostato l’attenzione dal paziente al campo fenomenologico tra terapeuta e paziente e alla loro reciprocità. Basandosi sui principi epistemologici della psicoterapia della Gestalt, Spagnuolo Lobb (2017) ha descritto la reciprocità (la “danza”) dell’incontro tra paziente e terapeuta in termini di intenzionalità del loro essere-con, attraverso il tempo del loro incontro. I singoli “passi di danza” delineano una sequenza di movimenti intenzionali e di diversi aspetti del contatto e sono un utile strumento per sostenere lo psicoterapeuta a fidarsi della propria capacità di stare-con, dei sentimenti estetici e orientati al campo.
Il seminario affronterà la supervisione di casi considerando la reciprocità della danza tra terapeuta e paziente, e offrendo strumenti di diagnosi e terapia che partono da questa prospettiva. Verrà offerto un modello di ricerca sulla reciprocità
della danza, utile per la supervisione dei casi clinici.

Scarica la brochure del corso

Attestato e crediti ECM
Verrà rilasciato un attestato di frequenza al “Corso di supervisione per psicoterapeuti. Reciprocità e riconoscimento in psicoterapia”.
I seminari attribuiscono n.18 ECM per psicologi e medici (tutte le discipline).

Costi
I tre seminari primaverili hanno un costo di € 180
In caso di partecipazione ad un singolo seminario il prezzo è € 80
I prezzi includono IVA, crediti ECM e materiale didattico.

Luogo
Sede di Siracusa – Istituto di Gestalt HCC Italy

Richiedi informazioni

Scrivi il testo della tua richiesta tramite questo link

Iscrizioni

Invia richiesta di iscrizione all’evento tramite questo link




Ti potrebbe interessare anche

Condividi